Noi da Bambini – meditazione

 

Per riuscire a pensare a Voi Stessi con grandissimo Amore, visualizzate una Vostra Foto da Bambini, quando eravate più Piccoli possibile: pochi mesi… forse un anno.
La Prima Cosa che viene spontanea è la Tenerezza, l’Amore per questo Essere che coraggiosamente ha preso un Corpo: il Vostro.
Questa Sensazione mette nelle Vostre Cellule l’Amore per Voi Stessi.
Non potete non amare il Bambino che siete stati.
Questo Bambino è cresciuto, ha fatto Percorsi Diversi e ci sono state delle Tappe della Vita che vi hanno cambiato.
A Volte vi hanno bloccato, Altre Volte hanno accelerato il Vostro Processo di Crescita e Tutto Ciò è estremamente personale.
Ognuno ha il Proprio Percorso con le Relative Tappe.
Volersi Bene vuol dire accettare Tutto di Noi Stessi, vuol dire non colpevolizzarsi, vuol dire non farsi assalire da Rimorsi né da Rimpianti.
Quello che abbiamo vissuto è passato, ha fatto di Noi Ciò che siamo ORA e, poiché dobbiamo Volerci Bene, dobbiamo anche accettare Ciò che è stato.
Nel fare Questa Analisi il Trucco consiste nel vedere le Situazioni in Positivo, non essere Disfattisti e non pensare che Scelte Diverse avrebbero reso la Nostra Vita migliore: non possiamo saperlo, non potremo saperlo mai.
Sicuramente sarebbe stata Diversa, ma non si può sapere se sarebbe stata Migliore.
Nel nostro volerci bene dobbiamo analizzarci con Amore, Comprensione e Simpatia.
Dobbiamo trovarci Simpatici come eravamo da Bambini.
Troppo spesso dipendiamo dal Giudizio degli Altri, troppo spesso ci vediamo attraverso gli Occhi degli Altri e ci lasciamo condizionare.
Pian piano il Nostro Vero Essere si acquieta, si confonde, si annulla, si opacizza e non riusciamo più a trovare Noi Stessi.
Torniamo ancora Indietro e ripercorriamo i Momenti Belli – soltanto quelli – della Nostra Infanzia: i Momenti in cui eravamo veramente Noi Stessi.
Questa Fotografia di Noi da Bambini deve essere sempre Presente nella Nostra Mente.
Quando ci sembra che i Soprusi della Vita siano Insostenibili, quando ci sembra che gli Altri non ci capiscano, quando i Compiti ci paiono troppo Gravosi… ripensiamoci Bambini: non avevamo Problemi.
Le Giornate scorrevano, Attimo dopo Attimo, con grande Armonia.
Dobbiamo crearci delle Immagini Mentali, degli Angoli in cui poterci rifugiare, dobbiamo avere la Consapevolezza che Solo Noi possiamo fare della Vita un Percorso Armonioso, perché Solo Noi sappiamo come siamo veramente.
Non possiamo lasciarci condizionare dagli Altri, far uccidere il Nostro Vero Essere.
Ritagliamoci Spazi per Noi, Momenti in cui possiamo esprimerci al Meglio, Momenti in cui la Comunione con Noi Stessi diventa autentica, reale: una Comunione basata sull’Accettazione di Noi Stessi, sul Volerci Bene, sulla Simpatia.
Insisto oggi su Questo Termine perché, se siamo Simpatici a Noi Stessi, ci troveranno simpatici anche gli Altri.
Non pretendiamo troppo da Noi, non sentiamoci al Centro del Mondo per risolvere i Problemi, non lasciamoci caricare da Tutte le Problematiche che abbiamo Attorno, Quelle che Altri costantemente appoggiano sulle Nostre Spalle.
Ascoltiamo, prendiamo atto e… rimandiamole al Mittente con un Consiglio o un Sorriso, consapevoli che il Problema dell’Altro appartiene all’Altro dal Momento che la Vita lo ha posto a Lui e non a Noi.
Noi possiamo Condividerlo Solo se abbiamo i Mezzi per poter realmente aiutare, se l’Altro ha capito da Quel Problema Ciò che doveva capire, se Quel Problema è stato di Insegnamento; solamente in Tal Caso possiamo intervenire, e la Vita si servirà di Noi per portare Aiuto e Conforto.
Se non abbiamo i mezzi, se la Vita non ci Usa, diamo comunque la Nostra Disponibilità all’Ascolto ma non sentiamoci Oppressi da Problemi che non possiamo risolvere.
Ogni Essere Umano che vive in Armonia rende Armonioso Tutto Ciò che tocca, e Tutte le Persone che sono intorno a Lui beneficiano di Questa Armonia.
Non sentitevi Egoisti se ragionate in Questi Termini: siete semplicemente logici in quanto Aderenti alla Vita.
La Vita è una Grandissima Maestra: non spreca Nulla, e quindi vuole che neppure Voi sprechiate Energia per cercare di Cambiare le Cose quando non possono essere cambiate. Ad es. quando volete che l’Altro cambi, che aderisca al Vostro Modo di Essere, quando volete affannosamente risolvere le Situazioni e non ne avete i Mezzi, sappiate che sono Tutte Forme di Spreco di Energia.
Date solo la Vostra Disponibilità: la Vita sa come usarvi e soprattutto Vuole Usarvi, ma se non usa Voi per portare Aiuto, userà Qualche Altra Persona.
Fatevi Piccoli e pensate veramente in Modo sempre, sempre Positivo.