Abbandono | Carla Parola Official website Abbandono – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Abbandono

 

 

Il Tema di Oggi è l’Abbandono.
Come si può avere l’Abbandono e come si può perseguirlo, come Momento principale della Vita.
Abbandonarsi al fluire degli Eventi è così naturale, dovrebbe essere naturale, per l’Essere umano che non dovrebbe impuntarsi davanti agli Ostacoli, cavillare troppo, chiedersi troppi perché.
L’Abbandono è già stato trattato, abbiamo parlato della Foglia sul Fiume, dei tanti Modi di visualizzare l’Abbandono.
Oggi andiamo più in Profondità, andiamo nell’Abbandono che viene dalla Consapevolezza di essere veramente una Parte del Tutto.
Essere una Parte del Tutto elimina qualunque tipo di Paura, elimina qualunque Dubbio che si possa avere sulla Gestione della propria Vita.
Pensare ad un Tutto che è Amore, che è Forza vitale, ad un Tutto che permea tutto e quindi permea anche noi, non può che farci arrivare ad una Conclusione: siamo protetti, siamo amati, seguiti da questo Tutto.
Le Paure, che così sovente ognuno di noi prova nel Vivere quotidiano, derivano proprio da questo Distacco dal Tutto, dalla non Consapevolezza di essere una Parte perfetta, dico perfetta, del Tutto.
Il Tutto è perfetto e ognuno di voi è perfetto se riesce a vibrare in Sintonia con il Tutto.
E’ solo la Mente umana, è solo la Personalità che fa deviare da questa Vibrazione.
E’ solo la Vibrazione dell’Apparire che vi fa vedere le Situazioni in Modo diverso da come sono.
Cercare invece, dentro di sé, questa Aderenza al Tutto, non può che portarvi ad una Conclusione: non posso temere Nulla, Nulla mi può accadere perché il Tutto pone Rimedio ad ogni Situazione che mi porge.
Il Tutto porge la Situazione e porge il Rimedio, dà i Mezzi per affrontare qualunque tipo di Evento.
La Gestione della vostra Vita può essere affidata alla vostra Mente, e questo non è Male, perché potete dimostrare attraverso la Mente quanto valete, come siete capaci, quanta Intelligenza, quanta Praticità avete e quanta Capacità di interagire con gli Altri avete.
Oppure può essere affidata al Tutto, al vostro Sentire superiore e allora non avete bisogno di dimostrare Nulla, perché Nulla è dimostrabile: bisogna solamente Essere.
Quando si supera la Vibrazione dell’Apparenza, la Vibrazione dell’Essere non ha Necessità di dimostrare perché non vuole Apparenza.
Allora non c’è più nessun Bisogno di dimostrare l’Intelligenza, la Capacità pratica, la Logica, c’è solamente bisogno di Essere e nell’Essere cercare di dare il Meglio di sé.
Anche questo però è un Controsenso perché arrivati ad Essere è naturale dare il Meglio.
La Parte di Personalità che vi fa soffrire viene assolutamente abbandonata.
Viene abbandonata non perché non esiste più, ma semplicemente perché non viene presa in Considerazione.
La Mente sarà sempre pronta a cercare di farvi decidere secondo le sue Direttive, sempre vi istigherà a non ascoltare l’Istinto, ma a fare ciò che è terrenamente giusto, socialmente accettabile, quello che vi fa essere meglio accolti dalla Società e soprattutto dagli Altri o perfino quello che è più conveniente per voi sia in Campo affettivo che economico e sociale.
Quindi accertato che la Mente non si può eliminare, bisogna solo non ascoltarla: prima ascoltare l’Istinto, sapere che se l’Istinto chiede Perdono immediato o se chiede una Chiusura totale verso una Situazione, va seguito….poi sarà la Mente che ci aiuterà a far sì che questa Chiusura venga attuata in un Modo o in altro, ma non si può discutere quello che l’Istinto ha suggerito: Perdono e Accettazione.
La Mente messa a Servizio dell’Istinto allora sfavilla, diventa veramente una Vibrazione perfetta perché la Dualità che è in ognuno di voi: Mente-Istinto diviene finalmente Una.
Domina l’Istinto e la Mente lo asseconda.
Questo è quello che fa vivere bene, in Armonia con se stessi, che fa vivere in un Modo così semplice, così tranquillo, così scorrevole che diviene difficile ricordarsi di come si viveva prima, quando tutte le Pastoie della Mente erano ancora in Atto; quando la Personalità era così forte che ci portava alle Ripicche, a reagire in malo Modo e ci faceva cavillare su situazioni di nessuna Importanza.
Arrivare a questo Stato non è difficile.
Non è difficile arrivare ad Essere.
Bisogna semplicemente abbandonarsi e si ritorna sempre e comunque all’Abbandono.
Abbandono, non come Forma di Pigrizia o di non Responsabilità, ma come Forma totale di Consapevolezza.
Essere consapevoli di Essere una parte del Tutto ci porta veramente a fare Scelte giuste per Noi.
Ma neanche più di Scelte si potrebbe parlare, perché Tutto quello che noi, aderendo alla Vibrazione dell’Essere possiamo fare, viene dato, viene porto da questa Vibrazione con tutti i Mezzi idonei per realizzarlo.
Quindi non ci troviamo neppure a scegliere, ci troviamo semplicemente ad eseguire, a fare ciò che ci siamo attirati perché consapevoli che quella è una Situazione, una Esperienza, che ci torna utile per la nostra Evoluzione.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »