Accettare e Accettarsi | Carla Parola Official website Accettare e Accettarsi – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Accettare e Accettarsi

 

Onoriamo la Terra ed onoriamo Noi Stessi.
Noi Siamo la Terra, Noi Siamo Uno.
Il Rispetto, l’Amore, la Venerazione, la Riverenza che dobbiamo alla Terra deve avere la Stessa Matrice in Noi Stessi
Dobbiamo onorarci, amarci, venerarci, rispettarci, perché Solo con queste Vibrazioni Attive in Noi potremo poi riversarle sulla Natura, su Chi abbiamo Accanto, su Tutto il Contesto che ci circonda.
È un Momento Delicato quello che stiamo vivendo, e anche molto Impegnativo per chi non vuole capire, per chi con Ostinazione continua a vivere nel Vecchio Paradigma difendendo le Proprie Idee e rimanendo Impermeabile al Nuovo che avanza.
È invece un Momento molto Gratificante per chi avverte in Sé il Nuovo, i Nuovi Fermenti, ed ha già Consapevolezza del Cambiamento.
Ciascuno deve cambiare Se Stesso in Meglio.
Cambiare non vuol dire stravolgersi, assumendo delle Caratteristiche che non appartengono al Proprio DNA, ma semplicemente viversi al Meglio trasmutando nei Nostri Punti di Forza le Tematiche che ci hanno fatto soffrire.
Se abbiamo sofferto per Qualcosa è perché eravamo estremamente sensibili nei Confronti di quel Tema: in Noi c’erano delle Ferite Aperte, ci trovavamo a vivere una Vibrazione Dissonante.
Tutto questo deve diventare il Nostro Punto di Forza.
Osserviamo la Natura umiliata, offesa, incenerita.*
Visualizziamola Piena di Vita, di Fermenti, Nuova.
Dalle Ceneri può nascere Qualcosa di Nuovo.
Analogamente in Voi quello che è Morto, che vi ha fatto soffrire, quello che ancora vi fa male può diventare una Spinta per Andare Avanti.
Prima di tutto accettando la Parte Distonica di Voi, amandola e soprattutto lavorando con Essa affinché non faccia più Male.
L’Accettazione, ORA, è molto importante.
Tutte le Vibrazioni sono acuite, ma ce ne sono Alcune che fanno da Apripista verso il Nuovo, per il Consolidamento del Nuovo che è già attivo e di cui avete già Consapevolezza.
Bisogna consolidarlo, e la Via per attuare questo Consolidamento passa attraverso Determinate Vibrazioni: la Consapevolezza, la Coerenza, l’Umiltà e ORA anche l’Accettazione.
Un’Accettazione Incondizionata di Voi.
Accettate anche lo Scempio che viene fatto alla Terra: la Vita lo ha permesso.
Non lo ha voluto o sollecitato, ma lo ha permesso per far riflettere, evidenziando Qualcosa che deve essere Reso Armonico perché altamente disarmonico, Qualcosa da cui bisogna prendere le Distanze in quanto si tratta di Modi di fare, di essere, di pensare, di porsi verso la Vita in Netto Contrasto con la Vita Stessa, messi in Atto da Poveri Esseri Inconsapevoli.
Accettarli vuol dire ammettere che non tutto è perfetto, che ci sono anche dei Punti dove non solo non c’è la Perfezione, ma la Disarmonia è Altissima.
C’è Distacco dalla Forza Vitale perché esiste una Grandissima Sofferenza.
Accettare questo vi porta ad accettare anche le Parti di Voi che sono sofferenti, sapendo che Quella Sofferenza ORA va tenuta a Bada ma non scacciata: Tutto va Accolto.
Deve essere una Sofferenza lieve, passeggera, perché ciò che deve trionfare in Voi è la Certezza dell’Amore che la Vita ha per Ognuno.
Voi siete la Vita, voi siete l’Amore, voi siete la Parte di Dio che è chiamata a Vivere in Armonia con il Divino.
Non fatevi il Torto di dimenticare tutto ciò, non lasciatevi coinvolgere da chi urla più forte, da chi vuole incutervi Paura.
Siate semplicemente Voi Stessi, vivendovi al Meglio, accettandovi e soprattutto amandovi.
*Riferimento agli incendi a Pantelleria e Sicilia

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »