Confronto sui Nuovi Grandi Temi | Carla Parola Official website Confronto sui Nuovi Grandi Temi – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Confronto sui Nuovi Grandi Temi

 

Che Momento Confuso quello che stiamo vivendo!
Quanta Confusione alberga nelle Menti Umane su Temi Molteplici e Delicatissimi!
Si dibattono i Problemi legati alle Adozioni, alla Famiglia, ai Diritti civili… e Tutto questo genera sempre Grandissime Polemiche.
Che si tratti di un Meccanismo ormai Vecchio e Obsoleto si è già capito.
Stenta però ad essere Superato, anche se Chi ha la Mente Aperta ed avverte il Cambiamento riesce a prenderne le Distanze perché capisce che bisogna trovare Nuove Modalità.
Bisognerebbe che ci fosse una Discussione Franca, o per meglio dire un Confronto Leale e Costruttivo fra Opinioni Diverse.
Chi si confronta dovrebbe essere Pronto a capire le Ragioni dell’Altro, senza per questo abdicare ai Propri Principi se Questi sono autenticamente fondati su di Sé, e soprattutto se Sono Vissuti con Coerenza.
Si assiste invece ad un parlare, urlare, prevaricare.. soprattutto da Parte di Persone che quotidianamente nella Loro Vita privata trasgrediscono per il Proprio Tornaconto Quegli Stessi Principi che a Parole sostengono di ritenere Inviolabili.
In Realtà non si tratta di Principi di Vita ma solamente di Principi Ideologici.
Sono Ideologie che fanno Capo alla Mente e portano dei Danni Spaventosi all’Umanità.
La Vostra Storia è piena di questi Danni.
Bisogna quindi fermarsi, fare Silenzio e Riflettere all’Interno di Se Stessi partendo da una Semplice Domanda: Chi siamo? Che cosa facciamo su Questa Terra? Qual è lo Scopo del Nostro Percorso Terreno?
Soltanto se riusciamo a dare delle Risposte Chiare a Queste Domande – e soprattutto a Vivere in Coerenza con le Risposte che ci siamo dati – potremo arrivare a capire Quello che è “Giusto” o “Sbagliato” PER NOI.
Tenendo Presente che alla Stessa Domanda Altri potrebbero dare Risposte Diverse, pur motivate e sentite al Pari delle Nostre.
Se ragioniamo in Termini di Frequenze e di Vibrazioni, capiamo che Ogni Nostra Scelta” comporta l’Emissione di una Vibrazione che rientra nella Gamma propria di un determinato Paradigma.
Chi vibra con le Frequenze facenti Parte del Vecchio Paradigma ha ancora voglia di discutere, non di confrontarsi ma di prevaricare, perché nel Vecchio Paradigma il Confronto non esiste: c’è solo la Prevaricazione come Modalità per affermare le Proprie Idee su Quelle degli Altri.
Non è detto che Queste Idee siano sbagliate: se sono messe in Atto nella Vita di Tutti i Giorni con Coerenza, possono essere considerate rappresentative di Quella Parte di Umanità che vibra in Armonia con il Vecchio Paradigma.
Sempre però ci sarà un’Incomprensione di Fondo con chi vibra nel Nuovo Paradigma, poiché chi vibra a Questa Frequenza ha sovvertito completamente le Logiche del Vecchio.
Saranno quindi Dialoghi fra Sordi, senza Possibilità di Intesa.
Come facciamo allora per capire Ciò che è Giusto e ciò che è Sbagliato per Noi?
Per chi vibra nel Nuovo Paradigma è facile capirlo, perché abbiamo come Guida l’Istinto Interiore, la Coerenza, le Esperienze.
Relativamente agli Altri però non sappiamo da Quali Esperienze provengano, quale sia il Loro Vissuto, lo Stato della loro Energia, le Informazioni in Essa contenute… e perciò non possiamo sapere Ciò che è Giusto o Sbagliato per Loro.
ORA si apre un Altro Discorso.
Siamo in una Società che deve in Qualche Modo tutelare Tutti.
Finora la Società ha tutelato sulla Base di Ideologie, e da qui sono venuti Molti Errori, ma anche Molte Cose Sagge.
ORA le Situazioni si presentano più delicate, più spinose, più impegnative, perché si deve arrivare a Tutelare anche Quello che fino a Poco Prima era Condannato, visto come Perversione e persino impossibile da attuare.
Mi riferisco a Certe Tecniche che la Scienza sta permettendo – non a Caso – soltanto ORA, vale a dire Proprio in Corrispondenza con l’Emergere del Nuovo Paradigma.
Se chi fa le Leggi fosse guidato da Questo Paradigma, se vi fosse inserito a Pieno Titolo e vibrasse in Armonia con Esso, riuscirebbe a non emanare Leggi di Compromesso per accontentare l’Elettorato, ed agirebbe invece per la Salvaguardia vera, reale dell’Essere Umano.
Questo è un Periodo in cui la Salvaguardia dell’Essere Umano ha raggiunto il Suo Minimo Storico.
Non c’è più la Privacy, non c’è la Libertà che così tanto viene sbandierata..
Siamo diventati delle Macchine nelle Mani di Chi le vuole manovrare.
Per Tanto Tempo ci siamo prestati ad una Logica che ci ha solo e semplicemente Sfruttato.
Per Fortuna però nell’Essere Umano c’è anche la Parte Sana, la Parte Divina che è sempre Allerta, la Quale non ha permesso che Questo Sfruttamento fosse Completo, che appiattisse completamente la Nostra Volontà, le Nostre Idee… ANZI: il volerci rendere Schiavi ha dato Origine in tantissimi Individui – una Massa Enorme – ad un Movimento Interiore di Ribellione.
Questa Ribellione ci ha fatto interrogare sul Senso della Vita.
Ci siamo resi Conto di Non essere Liberi.
La Vita in quanto tale è Libertà, ma noi l‘abbiamo fatta diventare Schiavitù.
ORA che siamo chiamati a tutelare l’Essere Umano su Aspetti che soltanto ORA emergono, dobbiamo riflettere.
Non dobbiamo scandalizzarci se vengono promulgate Leggi che non hanno né Capo né Coda; non dobbiamo scandalizzarci se ci sono Fazioni schierate l’Una contro l’Altra, perché è un Momento di Passaggio in cui chi ci governa (grazie a Noi che con il Voto gli abbiamo dato il Potere di decidere per Noi) è lontano Anni-Luce dal Nuovo Paradigma, e perciò annaspa all’Interno delle Vecchie Logiche, in base alle quali vive, opera, si esibisce e si propone a Noi.
Verrà il Momento in cui il Nuovo Paradigma sarà “Sovrano” e potrà sovvertire Tutto Questo, perché una Grandissima maggioranza (la famosa Massa Critica) sarà Attiva e Trainante al Punto di riuscire ad esprimere Ciò che è “Giusto”.
ORA facciamo un Discorso Pratico: in Questi Giorni si sta dibattendo moltissimo sulle Adozioni.
Da quale Parte ci si deve schierare?
Già Questa è un’Espressione Inadeguata, perché l’Individuo che vibra alla Frequenza del Nuovo Paradigma sa che Non si deve “schierare”, ma semplicemente Affermare le Proprie Idee sulla Base del suo Sentire rispettando anche il Sentire dell’Altro.
Tutto Questo però ha Bisogno di una Legislazione, la quale non può che essere espressa – in Questo Momento – da Esseri che fanno Parte del Vecchio Paradigma.
Se avvertiamo tali Incongruenze è perché vibriamo con il Nuovo Paradigma, ma Non dobbiamo Accanirci contro il Vecchio, bensì semplicemente riflettere.
Queste Situazioni ci devono far chiedere su Quali Vibrazioni si basa Ciascun Evento, tenendo Presente che non ci sarà mai un Evento Uguale ad un Altro.
L’individuo non colto, ignorante, inserito in un Ambiente provinciale, ristretto, chiuso, ottuso non avrà Altra Possibilità se non quella di pensare in Quel Modo, ed esprimerà Se Stesso con Vibrazioni completamente Diverse da Quelle di una Persona aperta, illuminata, luminosa.
Persone Diverse creeranno Eventi rispondenti alle Loro Specifiche Vibrazioni.
Anche la Persona che pensa in modo “Ottuso” tuttavia non può essere giudicata ma soltanto osservata, perché dall’Esterno non possiamo mai sapere se quell’Individuo abbia avuto la Possibilità di essere penetrato da Altre Idee o da Altre vibrazioni, se abbia respinto o respinga per Partito Preso tutto Ciò che non combina con le Sue Idee..
È così consapevole di aver Ragione, così Certo di Essere nel Giusto da respingere a Priori tutto Ciò che non è in Linea con il suo Pensiero?
Queste sono Forme di Ignoranza, Chiusura, Arroganza, Superbia, tali per cui l’Individuo agirà sulla Base di Credenze che non sono Mai state scalfite.
C’è però anche la Persona che è così Intimamente convinta di Essere nel Giusto perché letteralmente Incapace di pensare in Altro Modo.
È veramente Incapace di aprirsi ad un Altro Modo di vedere le Cose.
Sono i Misteri dell’Energia, la Quale non ci consente di sapere perché un Individuo sia così chiuso, così caparbiamente concentrato sulle Proprie Idee da non riuscire a lasciarsi penetrare da Idee Altrui (non dico per arrivare ad accettarle, ma quantomeno per mettere in Discussione le Proprie).
Non possiamo comunque sapere i Motivi di Questa Incapacità.
Sarà la Vita che si incaricherà di far capire a Questa Persona – se e quando è il Momento – che deve cambiare oppure rimanere con le Proprie Idee.
Ricordiamo sempre che il Tutto comprende “Tutte” le Vibrazioni.
Dobbiamo accettare le Situazioni così come sono e non schierarci in Modo Contrapposto, ma semplicemente aderire a Noi Stessi per Ciò che ci riguarda.
Ognuno rimanga Coerente con le Proprie Idee, non le Dibatta ma le Confronti con Animo aperto e Mente limpida senza giudicare.
Il Giudizio richiede, Oltre alla Conoscenza profonda dell’Altro, anche e soprattutto la Capacità di sapere con Quali Vibrazioni l’Evento è stato gestito, e questo all’Umanità non è ancora dato di sapere.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »