Consapevolezza di Sé nel Percorso Evolutivo-2 | Carla Parola Official website Consapevolezza di Sé nel Percorso Evolutivo-2 – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Consapevolezza di Sé nel Percorso Evolutivo-2

 

Se una Prima Parte della Vita può essere impiegata per conoscere Meglio le Nostre Caratteristiche, la Nostra Personalità, il Nostro Io, un’Altra Parte di Vita deve essere serena, tranquilla, scorrevole, perché abbiamo capito che le Nostre Caratteristiche sono Quelle e che possiamo contare su di Esse; abbiamo capito che Certi Lati del Nostro Essere devono essere Sopiti ed Altri Valorizzati.
Abbiamo deciso di smettere di volerci conoscere Analizzandoci e facciamo il Salto nella “Percezione” di Noi Stessi che coincide con la Consapevolezza.
Non ci giudichiamo più, Non ci guardiamo più con gli Occhi degli Altri, Non ci adattiamo più ai Condizionamenti, agli Stereotipi che ci vengono continuamente proposti, ma vogliamo essere Noi Stessi Fino in Fondo in Modo Consapevole.
Nell’Essere Consapevoli di Noi si esprime un Grandissimo Amore verso Noi Stessi, perché la Vita non può aver sbagliato nel farci in Questo Modo.
Le Caratteristiche che abbiamo sono Quelle che la Vita ha messo in Noi, e il Nostro Compito è quello di valorizzarle vivendone la Parte Positiva.
Non esistono Caratteristiche interamente Positive o Negative: in Ogni Caratteristica, in Ogni Vibrazione c’è sempre il Positivo, il Negativo e il Neutro.
Sta a Noi vivere soltanto ciò che sentiamo come la Nostra Parte “Positiva”, essendo però consapevoli anche di Quella “Negativa”.
Negativo e Positivo sono fra virgolette perché niente è giusto o sbagliato in Assoluto.
Il “Negativo” è quello che ci fa star Male, che ci condiziona la Vita, che ci frena nel Nostro Percorso.
Non dobbiamo viverlo ma dobbiamo conoscerlo, sapere che esiste e che Noi siamo anche Quello.
Non possiamo però ritenerci perfetti nella Misura in cui diamo di Noi un’Immagine Solamente Positiva.
Quest’Immagine è Positiva perché abbiamo deciso di silenziare la Parte Negativa, non nel Senso di Annullarla, ma di Non Attivarla: c’è, esiste e fa da Contrappeso alla Parte Positiva, senza però essere Attivata da Noi.
Questa Consapevolezza ci porta automaticamente ad Essere Mezzi della Vita, lasciando che Questa ci usi.
In che Modo ci usa la Vita?
In Base a quello per cui siamo scesi su Questa Terra: Ognuno di Noi ha un Compito, anche se tutti abbiamo in Comune il Compito di raggiungere l’Armonia.
Per arrivare a Questo Traguardo Ognuno ha il Proprio Compito: Non quello voluto dalla Mente, Non quello che Altri vogliono per Noi, Non quello che la Società in quel Momento fa balenare come Punto di Arrivo o Motivo di Riconoscimento, ma semplicemente l’Aderenza a Se Stessi.
Quando si sente dire: “Non so qual è lo Scopo della Mia Vita”, la Risposta è: “Raggiungere la Tua Armonia Interiore”.
Dopodiché la Vita manifesterà il Compito di Ognuno.
Se non raggiungiamo quest’Armonia la Vita non ci può usare, perché le Vibrazioni della Disarmonia Non sono compatibili con il Disegno Divino.
Lasciamoci permeare dalla Consapevolezza di Essere una Parte della Vita, di Essere la Vita Stessa, di Essere scesi su Questa Terra per portare Armonia nel Nostro Frammento Divino, in Modo da unirlo ad Altri Frammenti e portare l’Armonia su Tutta la Terra.
In Questo Momento la Consapevolezza sta crescendo, il Vero Senso della Vita sta emergendo, sta veramente esplodendo.
Si capisce che dobbiamo fare Capo a Noi Stessi in Modo Consapevole, il che Non vuol dire Egoismo o Chiusura verso gli Altri, ma semplicemente Amore per Noi Stessi, volerci conoscere ed accettare Fino in Fondo, essendo sempre consapevoli del Nostro Compito: arrivare all’Armonia.
Inizia poi la Seconda Parte, in cui Noi diventiamo Mezzi della Vita. Ognuno
di Noi ha il Suo Compito che sarà facile, semplice, scorrevole, lineare, perché la Vita ci usa così, senza Fatica, Dolore o Sofferenza: ci usa semplicemente, affinché possiamo Ribaltare la Vibrazione di Dolore che ha permeato la Terra per Moltissimi Anni trasmutandola in una Vibrazione costruttiva di Gioia, Consapevolezza, Amore.
Non dobbiamo lasciarci sconvolgere o deviare da Tutto Ciò che accade e che Non è in Armonia con Ciò che abbiamo detto: ci vuole anche Quello, ed è ormai Noto che più sale la Luce e più si vede che Cosa c’era nel Buio.
In Questo Momento, ORA, si vedono Cose che erano lì, ci sono sempre state, ma si vedevano in un Altro Modo, si giustificavano.
ORA che la Luce ci sta permeando, che sta invadendo ogni Angolo di Questo Pianeta, non permettiamo più Certi Soprusi.
Non c’è più la Logica che li possa giustificare, perché è Quella Stessa Logica che ha portato la Terra sull’Orlo del Baratro.
Uniamo le Forze affinché il Nuovo Paradigma – che è già Patrimonio di Moltissimi – si consolidi e diventi Patrimonio di Tutti.
Uniamo le Forze nell’Umiltà, sentendoci Cellule di un Corpo Perfetto, che ha programmato Noi, singole Cellule, in Modo Perfetto.
Non giudichiamoci, Non critichiamoci ed emettiamo semplicemente il Meglio di Noi Stessi.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »