Globo Luminoso – meditazione | Carla Parola Official website Globo Luminoso – meditazione – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Globo Luminoso – meditazione

 

Ognuno di Noi cerchi di visualizzare Se Stesso come un Globo Luminoso.
Ognuno, mantenendosi rilassato con il Respiro lento e profondo, si visualizzi come un Globo molto luminoso e colorato.
Ognuno scelga il Colore che sente più in Armonia con Se Stesso.
Rannicchiamoci bene all’Interno del Globo, lasciando che ci avvolga completamente e facendoci sempre più Piccoli.
In Questo Momento siamo un Feto che regredisce nel Tempo: da nove mesi a otto, sette, sei… sempre più Indietro.
Alla Fine non rimane che il Globo: Noi Non ci siamo più.
Non rimaniamo però Immobili, ma lasciamo che il Globo fluttui, si sposti senza Nessuna Direzione imposta dall’Esterno.
Due Globi si incontrano senza scontrarsi, altri si allontanano.
La Visione è bellissima: un Mare di Globi luminosi e fluttuanti.
Dove siamo finiti Noi?
Dov’è il Nostro IO, la Nostra Personalità, il Nostro Volere, tutto il Nostro Vissuto Terreno?
Si è dissolto in Quel Globo, e quindi quel Globo è anche la Nostra Personalità, il Nostro Io, la Nostra Mente, ma sta fluttuando: è leggero e non ha Nessun Problema, spazia dove vuole.
Quando ci visualizziamo Solo come Corpo, noi siamo statici, pesanti, fermi e Molto problematici.
Nel Globo invece Siamo armoniosi, leggeri.
Creiamo ora una Fessura ed apriamo il Globo, lasciando uscire quella Parte di Noi che sta ancora “Smaniando” dentro il Globo: quella Parte che Non ha voluto integrarsi nel Globo, quella Parte che ha delle Pretese, delle Aspettative, che Non accetta di essere Parte di un Tutto.
Quella che Non accetta di poter essere “Risucchiata” da questo Globo.
Abbiamo aperto la Fessura e la invitiamo ad uscire.
Richiudiamo e ci sentiamo protetti: dentro Questo Globo c’è la Nostra Essenza, e la Personalità si è fusa con l’Essenza.
È diventata Essenza Essa Stessa.
Il Globo può anche cambiare Colore, ora che Non c’è più la Parte più “Tormentosa” di Noi.
Respiriamo molto lentamente, profondamente, senza disturbare il Globo.
Lui sa dove deve andare, sa come e quando muoversi, e soprattutto sa quando è il Momento di ricreare Noi Stessi come Materia.
Il Globo sa quando è Giusto farci nuovamente capire che siamo anche Corpo, Personalità, Aspettativa, ma tutto in Modo Relativo.
Perché Questo Globo, anche dissolvendosi, ci ha impregnato, ci ha lasciato la Sua Essenza: Quella che dobbiamo vivere.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »