Meditazione a Pois | Carla Parola Official website Meditazione a Pois – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Meditazione a Pois

 

Togliamoci gli Indumenti e andiamo a Sdraiarci dove ci fa più Piacere: sul letto, sul prato, sulla sabbia, sul divano, sul tappeto…
Siamo Nudi, senza orpelli addosso, e respiriamo profondamente.
Cerchiamo ORA di individuare Mentalmente una Caratteristica Bella: quella che consideriamo il Nostro Fiore all’Occhiello, il Nostro Maggior Pregio.
Pensiamo a Questa Caratteristica e trasformiamola in un Pois che mettiamo sul Plesso Solare: un Grosso Pois del Colore che preferiamo.
Attorno andiamo a mettere Altre Caratteristiche Positive: quelle che ci fanno star Bene, quelle di cui Siamo Fieri, e così creiamo Altri Pois, Tutti Colorati.
Allo Stesso Modo – mantenendo il respiro profondo e rilassato – cerchiamo ORA una Caratteristica di cui Non Siamo Fieri, di cui vorremmo sbarazzarci: il Lato del Nostro Essere che ci dà più Fastidio.
E qui creiamo un Pois Nero, per distinguerlo da Quelli Colorati.
Continuiamo individuando anche Altri Piccoli Aspetti che per Noi sono Fastidiosi e trasformiamoli in altrettanti Pois Neri.
ORA siamo rilassati e vestiti a Pois.
Ci osserviamo dall’Alto, staccandoci dal Corpo e guardandolo mentre respira profondamente nello Stato di Rilassamento con il Disegno che abbiamo Creato su di Esso.
Prevalgono i Colori oppure il Nero?
ORA facciamo una Riflessione: nell’Essere Umano Non esistono caratteristiche esclusivamente Negative: Ogni Caratteristica può essere Positiva, Negativa o Neutra.
A fare la Differenza è Solo il Modo in cui noi la viviamo.
Prendiamo come Esempio la Cattiveria, che di solito ci fa tanto riflettere.
Neppure la Cattiveria in Sé è una Vibrazione Solo Negativa.
Quando però diventa Positiva?
Quando è esercitata senza Intenzione di Nuocere, quando la Persona agisce o reagisce con una Modalità che Altri possono giudicare come Negativa senza che però vi sia nella Persona un’Intenzione Cattiva: è solo una Reazione, una Difesa Personale.
Non può essere considerata una Reazione Negativa perché Negativo è il Voler fare del Male, il voler esercitare la Cattiveria Volontariamente.
Dobbiamo ORA analizzare Ogni Altra Caratteristica che abbiamo dipinto di Nero per capire come mai siamo portati a viverla in Negativo, e per cercare il Positivo di Quella Vibrazione.
L’Avarizia ad Esempio può essere Parsimonia e Allora Non è più Negativa.
La Generosità, di cui spesso ci vantiamo, può essere intrisa di EGO per attirare gli Altri, per farci giudicare Generosi; in tal Caso non si tratta di una Generosità Positiva ma di una Esibizione di Generosità, e come tale di una Vibrazione Negativa.
Analizziamo Ogni Nostro Pois Nero con Grandissimo Amore e con la voglia di colorarlo, di armonizzarlo, ma soprattutto comprendendo che il Negativo non è tale se non abbiamo Intenzione di esercitarlo e manifestarlo in tal senso.
La Differenza fra due Comportamenti che possono sembrare simili sta proprio nell’Intenzione che li ha suscitati.
Una Persona può reagire malamente per colpire, per ferire un Altro deliberatamente, con determinazione: in questo Caso si tratta di un Comportamento Negativo.
Un’Altra Persona può avere la Stessa Reazione semplicemente per difendere Se Stessa, e allora Non sarà un Comportamento Negativo.
Analizziamo tutti questi Pois ed amiamoli perché Sono Nostri, sono Parte di Noi; dobbiamo colorarli in Modo che non ci facciano più Male.
Non lasciamoli così bui, scuri, e non aspettiamo neppure che sbiadiscano da Sé dal Momento che ci mancano le Forze per combatterli: impegniamoci per colorarli.
Non diamoci Troppo Tempo per colorare il Nostro Corpo, perché prima riusciamo a diventare completamente colorati, prima raggiungeremo l’Armonia.
Prima eliminiamo i Pois Scuri, e Prima vibreremo in Modo Diverso, più consapevole ed armonico.
Tutto questo va fatto con Grandissimo Amore verso Noi Stessi, non sentendoci sbagliati ma semplicemente pensando che, se abbiamo messo questi Punti Scuri è perché ne siamo consapevoli, e con Grande Amore possiamo rivestirci perché ormai abbiamo Chiaro ciò su cui dobbiamo lavorare, quello che dobbiamo Trasmutare dal Nero al Colore.
Abbiamo Chiara quella Parte di Noi che a Volte ci fa soffrire, che spesso ci crea Contrasti, ma che ci appartiene profondamente, e proprio per questo possiamo metterla a Posto perché, conoscendola e riconoscendola, ci impegniamo a renderla Positiva, a smussarne le Asperità.
Tutto questo vuol dire Conoscerci dopo aver accettato di avere anche le Nostre Parti Buie.
Le abbiamo riconosciute e accettate e dobbiamo Amarle perché solo così riusciremo veramente a cambiarle, a trasmutarle, a far sì che Non ci facciano più soffrire.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »