Le Negatività | Carla Parola Official website Le Negatività – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Le Negatività

Parliamo qui delle Negatività  intese come Scia Negativa, Pensieri Negativi, Frequenze Negative. Nell’Immaginario comune la Negatività è Qualcosa che si associa agli Altri che ci creano Negatività, la inviano a Noi, ci circondano di un Campo Negativo. Bisogna però cercare di fare Chiarezza su Questo Argomento, soprattutto per chi si trova a vivere Momenti conflittuali, difficili, pesanti e deve cercare il Giusto Equilibrio per far sì che il Discorso sulle Negatività non diventi un Alibi per non dare il Meglio di Se Stesso nel rispondere agli Eventi che la Vita porge. Eventi che – lo ricordo ancora una Volta – ci attiriamo perché NOI siamo la Vita. L’Essere Umano è Energia, fa Parte del Tutto e il Tutto è Energia, per cui comprende chiaramente anche l’Essere Umano. L’Essere Umano composto di Energia soggiace sempre e comunque alle “Regole” Energetiche, “Regole” che fanno sì che l’Energia si “muova, agisca, operi” in un Certo Modo, con dei Parametri tutti Suoi che ancora non sono chiari al Genere Umano, ma che hanno delle Basi Imprescindibili. L’Essere Umano, essendo Umano, ha un Campo Energetico attorno, il quale può essere Positivo, Negativo o Neutro. Non stiamo ragionando sul Bene o sul Male, ma semplicemente sulla Polarità dell’Energia. Questa Energia che Crea il Campo Energetico non è slegata dal Tutto che la “circonda” ma, a seconda del Campo Energetico che Crea, sottostà a determinate Caratteristiche. Con il Campo Positivo l’Energia attirerà sempre Situazioni Positive, perché per Assonanza va a cercare Tutte le Situazioni Positive. Con il Campo Negativo attirerà sempre le Situazioni Disarmoniche. Perché si dice che una Persona Positiva difficilmente viene ad Essere Preda di Negatività? Perché è proprio il Campo Energetico positivo attorno a Lei che la protegge, formando una Barriera, uno Scudo. Questo Scudo non può essere attraversato da Polarità diverse, innanzitutto perché non le attrae, e poi perché Queste non hanno la Possibilità di attraversarlo. Questa è la Realtà delle Cose. Quando parliamo di Campi Negativi non necessariamente parliamo di Campi corposi, pesanti, definitivi: può anche esserci un Campo che sta fra il Negativo ed il Neutro, ma che comunque non è Positivo. Solo il Campo Positivo, la Chiusura del Nucleo ferma e serrata protegge l’Essere Umano dalle Negatività che lo circondano. Quando il Campo è blandamente Positivo, blandamente Negativo o addirittura Neutro, c’è più Possibilità per l’Energia Negativa di essere assimilata da questo Campo Energetico. Ecco allora che l’Essere Umano entra in una Scia dove Nulla scorre, Niente è correlato, dove le Coincidenze – se ci sono – sono solo e semplicemente Negative. Ricordo però che la Negatività non va intesa come una Punizione, ma semplicemente come un Evento della Vita che Noi ci attiriamo perché è attraverso di Esso che abbiamo la Possibilità di riflettere e di tirar Fuori la Nostra Forza, che altrimenti non useremmo, e questo è uno dei Motivi per cui Tante Persone che si sentono colpite dalle Negatività alla Fine non fanno la Giusta Riflessione: quanta Forza ho dovuto mettere in Campo per contrastare le Negatività che costantemente mi attraversavano? Fare Riferimento a Questa Forza vuol dire riconoscere che Dentro di Noi c’è una Molla Positiva che tiriamo Fuori soltanto quando indotti da una Negatività Esterna. Il Negativo è sempre Funzionale al Positivo, perché la Vita è di per Sé Positiva, Negativa e Neutra, ma chi costruisce è sempre la Parte Positiva, non quella Negativa. La Parte Negativa non può costruire perché è una Parte Demolitoria, che serve per equilibrare il Positivo ma non deve essere attivata. Gli Eventi devono essere Positivi perché nella Positività c’è la Costruzione, quindi c’è l’Evoluzione, l’andare Avanti del Pianeta, delle Razze, di Tutto Ciò che ci circonda. Il Fatto che la Negatività sia così temuta è perché non la si conosce; se però la si riconduce a Forza che Deve Equilibrare il Positivo, allora la si accetta in Altro Modo. Non ha più la Funzione di Dramma, di farci spaventare, ma semplicemente Quella di fare da Stimolo per farci tirare Fuori la Nostra Parte Migliore, di spingerci comunque a superare gli Ostacoli. Detto ciò, se facciamo Questa Riflessione e siamo Grati alla Vita anche degli Ostacoli, tenendo Conto della Capacità che ci danno di tirare fuori la Nostra Forza Positiva, Noi entriamo in una Scia Positiva e la Negatività piano piano decresce e non può più raggiungerci. Non importa se c’è (del resto sulla Terra ci sono Sacche di Negatività Enormi), in quanto è come se Noi fossimo in un Bozzolo da cui possiamo sentire Ciò che accade all’Esterno senza rimanerne colpiti.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »