Noi Universo – meditazione | Carla Parola Official website Noi Universo – meditazione – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Noi Universo – meditazione

 

Sentirci parte dell’Universo dovrebbe riuscirci abbastanza facile, poiché l’Universo è tutt’Intorno a Noi, però oggi vogliamo fare un Passo Avanti e vedere Noi Stessi come Universo.
Ciò significa che in Noi agiscono ed operano le Stesse Forze che agiscono ed operano nell’Universo.
Respiriamo molto profondamente e visualizziamoci nell’Universo.
Dobbiamo cercare di dilatarci il più possibile, fino a perdere i Nostri Connotati.
Siamo ancora Materia ma non più strutturata con la Nostra Forma: siamo Parte Integrante dell’Universo in Modo Informe.
Più siamo dilatati, più “Spazio” prendiamo.
Le Forze Universali ci attraversano, ci danno Stimoli ma Noi non ne siamo coscienti, poiché in questo Stato di Dilatazione non possiamo più fare Appello alla Nostra Mente, quindi c’è Assenza di Pensiero e di Emozione.
Siamo semplicemente rilassati.
Siamo quasi passivi in Balia delle Forze Universali.
Improvvisamente avvertiamo una Brezza fresca che ci attraversa e ci dà i Brividi, ci scuote con Dolcezza ma in Modo Deciso, molto avvertibile.
Ci vuole riportare ad uno Stato di Coscienza.
Non siamo ancora nella Materia come prima di iniziare il Rilassamento, ma ci stiamo nuovamente avvicinando al Nostro Pensiero.
Ci chiediamo cosa sia stata quella Brezza, perché abbiamo avvertito quella Sensazione..
In Realtà abbiamo percepito una Forza dell’Universo che ci ha accarezzato.
Non è passata attraverso la Nostra Mente: era Sensazione pura, in Assenza di Pensiero.
Se, rimanendo in questo Stato di Rilassamento, prestiamo Attenzione e ci mettiamo in Ascolto di quello che percepiamo, ci possiamo rendere Conto che anche in Assenza di Pensiero ci sono Emozioni e Sensazioni che sono più Profonde del Pensiero Stesso.
Il Pensiero ha Bisogno di una Logica, mentre la Sensazione può essere Illogica, come in questo Caso: essere dilatati ed essere attraversati da una Sensazione.
Stiamo sperimentando la Nostra Parte Energetica, quella che vibra alla Frequenza del Divino, che riceve segnali dall’Universo e li rimanda.
Facciamo ORA uno Sforzo per rientrare in Possesso dei Nostri Pensieri, della Nostra Capacità di pensare e – senza indugiare troppo – istintivamente pensiamo alla Prima Cosa che ci crea Fastidio, che vorremmo eliminare dalla Nostra Vita: il Problema più Grande, il Primo che ci viene alla Mente.
Immediatamente lo dilatiamo nello Stesso Modo in cui siamo dilatati Noi, ed ecco che Esso perde i Suoi Connotati e diventa una Cosa Informe: non è più strutturato con il perché e il per come…
È diventato Parte dell’Universo, e come tale viene attraversato dalle Stesse Forze Universali che attraversano Noi.
Abbiamo smembrato Qualcosa che razionalmente era pesante ed ORA Esso ha assunto la Leggerezza del Cosmo, dove può trovare Soluzione perché tutte le Soluzioni ai Nostri Problemi esistono, ci SONO già.
È solo la Nostra Mente che si impunta a volere Proprio Quella Soluzione e non Altre, e non lascia così alla Forza Superiore il Tempo di porgergli la vera, autentica Soluzione, quella più giusta per Noi.
Questo è un Esercizio che può essere eseguito Ogni Volta che una Decisione ci pare impossibile da prendere, Ogni Volta che una Situazione ci crea Ansia e Dubbio, Ogni Volta che davanti ad un Individuo proviamo Malessere e non sappiamo gestire il Rapporto Reciproco.
In tutti questi Casi andiamo nel Cosmo e smembriamoci, adagiamoci in questo Universo accogliente d’Amore e poi visualizziamo il Nostro Problema; a questo Punto lo dilatiamo – come abbiamo fatto con Noi Stessi – e lo abbandoniamo.
Facendo questo non perdiamo la Razionalità, ma semplicemente diamo Spazio alla Nostra Parte Superiore, alla Parte che può essere definita come l’Imprevisto o il Caso, la Coincidenza che porta le Soluzioni, che crea i Collegamenti, che ci indica la Via.
Nell’abbandonarci all’Universo abbiamo compiuto un Atto di Umiltà, dal Momento che ci siamo affidati, non abbiamo difeso il Nostro Io ma abbiamo lasciato Spazio alla Nostra Parte Superiore.
Ricordiamoci sempre di Questa Parte, perché è quella che ci fa star bene, che ci indica la Via e ci porta le Soluzioni.
ORA, con Grande Calma, ci ricomponiamo e sorridiamo, poiché abbiamo compiuto questo Gesto di Umiltà regalandoci un Momento di Rilassamento, poiché abbiamo immesso in Noi una Vibrazione aderente all’Universo la quale ritornerà anche in Futuro per farci Star Bene.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »