Osservare Partecipare – meditazione | Carla Parola Official website Osservare Partecipare – meditazione – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Osservare Partecipare – meditazione

 

Cerchiamo di visualizzare il Vuoto.
Noi Siamo il Vuoto.
I Nostri Organi Sono il Vuoto: Non esistiamo.
Non esistendo siamo privi di qualunque Sensazione.
Improvvisamente una Brezza attraversa il Vuoto e si creano Vortici, Increspature: il Vuoto si anima.
Dove siamo Noi?
Esistiamo rispetto al Vuoto come Osservatori o Siamo nel Vuoto e perciò partecipiamo a Questo Movimento?
È la Metafora della Nostra Vita: Osservatori o Attori?
Osserviamo Ciò che succede o partecipiamo a Quel che accade?
Continuiamo a seguire Questo Ragionamento.
Qual è la Parte di Noi che partecipa e Quale la Parte che osserva?
È la Nostra Parte Cosciente?
La Parte Mentale?
La Parte “più Elevata”?
Noi però Siamo Uno, e quindi Tutte queste Parti ci appartengono ma hanno Frequenze Diverse, vibrano a Frequenze Diverse ed Ogni Frequenza ha Caratteristiche Particolari.
Sono Tutte importantissime e non possiamo tralasciarne Nessuna, ma per Vivere Bene, per raggiungere l’Armonia dobbiamo assegnare ad Ognuna di Queste Parti il Compito di esprimere Se Stessa al Meglio, senza intralciare le Altre Parti.
La Parte che partecipa è la Parte della Personalità, della Terrenità, la Parte Mentale, la Parte Concreta, Pratica.
La Parte che osserva è la Parte Superiore, che sa di essere Custode della Nostra Programmazione e di doverci guidare.
Quando la Parte Concreta, che agisce e partecipa, si sta dibattendo in Mezzo ai Dubbi, ai Problemi, alle Ansie, alle Paure.. dobbiamo mettere subito in Moto la Parte che osserva e riuscire a sdoppiarci.
Noi Siamo sia una Parte che l’Altra, e dobbiamo allora osservarci mentre fatichiamo, lavoriamo, ci arrabbiamo, cerchiamo di risolvere.. ma dobbiamo osservarci con Amore.
Dobbiamo anche riuscire a non farci “Contaminare” dalla Fatica, dal Dolore, dalla Preoccupazione, dall’Ansia.. e rimanere comunque Osservatori.
Dobbiamo imparare a gestire le Nostre Emozioni, i Pensieri, i Sentimenti senza identificarci con Nessun Sentimento, con Nessuna Emozione, con Nessun Pensiero.
Prenderne Atto senza identificarci.
Persino l’Amore – vale a dire la Vibrazione più Alta che l’Essere Umano possa esprimere – può essere da Noi vissuto Identificandoci.
Non possiamo identificarci con l‘Amore.
L’Amore può permeare Tutte le Altre Nostre Vibrazioni, ma Noi Non “siamo” l’Amore: siamo permeati dall’Amore, permettiamo all’Amore di “invaderci” ma Non “diventiamo” l’Amore.
Tantomeno diventeremo la Rabbia, l’Odio, la Paura o l’Intransigenza.
La Parte che osserva e che sa deve condurci all’Armonia, ed è la Parte a cui dobbiamo sempre fare Riferimento nei Momenti di Difficoltà.
Visualizziamoci ORA mentre ci dibattiamo nell’affrontare i Problemi e cerchiamo affannosamente le Soluzioni, scacciando i Dubbi, le Situazioni che ci sembrano Avverse e perfino i Consigli che ci vengono offerti e che Non vanno nella Direzione che vogliamo Noi.
Osserviamoci in questo Conflitto che intraprendiamo con Noi Stessi.
Visualizziamoci mentre ci dibattiamo con Tutte Queste Cose.
E consideriamo anche la Parte migliore di Noi che, come un’Osservatrice Amorosa, ci offre Aiuto.
Facendo Capo a questa Parte accogliamo l’Aiuto ricordandoci che non esiste solo la Parte del Dubbio, della Paura, del Problema, ma anche quella che ha la Soluzione.
Questa Parte osserva e non può intervenire se Noi per Assonanza non siamo sulla Sua Lunghezza d’Onda.
Dobbiamo ricordarci sempre di Questa Parte.
Viviamoci con grande, Grandissima Semplicità.
Accettiamoci esattamente per come Siamo.
Nell’Accettazione di Noi c’è la Chiave per progredire.
Accettiamo di Noi anche le Parti che non ci piacciono: sono Quelle che ci daranno più Soddisfazione allorché le avremo Rese Armoniose.
Non tradiamo Noi Stessi.
Non sprechiamo Energie.
Viviamo con Semplicità Tutto ciò che la Vita ci porge.
Nessuno di Noi è Portatore di una Programmazione Impossibile a realizzarsi.
Nessuno di Noi può vedersi assegnati dalla Vita Compiti che Non siano per Lui realizzabili e gestibili.
Quando osserviamo la Parte di Noi che si dibatte, che urla, che impreca ed è in Preda alla Disperazione mandiamo Segnali di Distensione.
Ricordiamolo sempre: Noi Siamo Parte della Vita.
Più la onoriamo e più Essa ci onora.
Più la ringraziamo e più ci dona.
A chi Ha sarà Dato: questa è una Realtà.
Datevi quindi Amore.
Amatevi
Proprio perché il Percorso sulla Terra è faticoso, complesso, a Volte anche oscuro ed insidioso, percorretelo con Tenacia, con il Desiderio di capire, di Andare Avanti, amandovi anche per Questo: per l‘Impegno che mettete nel migliorarvi.
Dall’Amore per Voi Stessi scaturisce Ogni Soluzione.
La Vita diventa più semplice e scorrevole.
Più vi amate e più sarete amati.
Più vi amate e più potrete Amare gli Altri nel Giusto Modo: autentico, non possessivo e ricattatorio.
Visualizzate al Vostro Interno una Massa luminosa, luminosissima, preziosissima.
È la Vostra Essenza, la Vostra Interiorità, la Parte Intatta della Vostra Energia Divina, quel Pezzetto di Energia Divina che vi permea.
Non soffocatela, non umiliatela, ma lasciatela risplendere: spanderà Luce tutt’intorno a Voi attirando le Situazioni Giuste, le Persone Giuste, le Soluzioni Giuste per Voi.
Amatevi con Verità e Consapevolezza.
Non negatevi Nulla di quello che sentite Giusto per Voi.
Affrontate la Vita con questa Certezza: nell’Amore Non ci può Essere Errore.
Nell’Amore c’è la Soluzione ad Ogni Situazione.
Nell’Amore c’è il Vero Scopo della Vita.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »