Percepire Dio | Carla Parola Official website Percepire Dio – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Percepire Dio

La Richiesta di capire Dio, in quanto Tale, è una Banalità Terrena: volete capire partendo dalla Fine e non dal Principio, È come dire “esisto perché sono”. Invece voi siete perché esistete.
Dio in Voi può essere palese, avvertibile, occulto oppure grandemente manifesto, ma Egli comunque È. Chi lo percepisce non chiede, mentre chi non lo percepisce vuole sapere.
Io Aiuto tutti Coloro che si avvicinano alla Conoscenza Divina con Animo candido e Desiderio autentico di capire. Capire Dio significa capire Se Stessi: Nessun Essere Umano capisce una Lingua che non conosce. Prima si fa un’Esperienza e soltanto dopo, attraverso la Ricerca, la Conoscenza di Base si arriva a capire il Tutto nella sua Interezza.
Mentre quello che vedete o ascoltate “può” esservi chiaro, quello che INTUITE vi può penetrare e rendervi sicuri, ma non darvi la Certezza Concreta.
Ciò vale per Ogni Cosa e quindi anche per Dio.
Capire Dio è possibile nell’Ambito del Vostro Io: lo accettate o lo respingete in Relazione alla Pochezza o Grandezza del Vostro Essere, ma in Considerazione della Struttura stessa che vi conforma, anche la Grandezza – riferita al Cosmo – è Pochezza.
Oltre il capire c’è però l’intuire, e ciò è dato soltanto a chi si eleva Oltre i Limiti posti all’Essere Vivente dalla sua Struttura Cerebrale.
Intuendo ci si colloca in una Dimensione diversa da quella Terrena e si possono percepire Forze non catalogabili, non “dimostrabili”, ma vere ed autentiche per chi le intuisce.
L’Intuizione Cosmica (non Terrena) non è minimamente paragonabile al Ragionamento Logico: non si può “decidere” di intuire. Il Momento, il Luogo, le Circostanze non possono essere programmate ma solo accettate.
Quando si “intuisce Dio” non è più lecita Nessuna Domanda Logica su di Lui, perché si capisce che attraverso la Logica e la Razionalità, si ottengono Risposte razionali e logiche che possono appagare certe Curiosità, ma non possono certo soddisfare l’Interiorità che rifiuta il Concreto per cercare l’Assoluto.
L’Assoluto è Dio, e come tale va inteso: Tutto e Nulla.
È un Concetto che annienta la Vostra Logica, ma… è la Verità.
Ascoltate Voi Stessi, mettetevi al Riparo da Curiosità fini a Se Stesse e troverete Serenità e Armonia. Non è importante quanto “capite” o quanto percepite: quello che conta è ciò che vi appaga profondamente.
Ognuno di Voi ha la Propria Struttura e non vi è consentito andare Oltre, ma vi è imposto di far funzionare tale Struttura al Meglio.
Dio lo impone. Ascoltatelo: E’ in Voi.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »