RAPPORTI UMANI 2 | Carla Parola Official website RAPPORTI UMANI 2 – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

RAPPORTI UMANI 2

Ci sono Momenti nella Vita in cui tutto sembra Fluire, tutto è Meraviglioso e Facile. Ci sono altresì Momenti nella Vita in cui, per quanti Sforzi si facciano, Non riusciamo a far andare gli Eventi nella Direzione in cui vogliamo Noi. Sono però questi i Momenti più importanti per la nostra Evoluzione. Sono questi i Momenti che ci fanno riflettere di più. I Rapporti Umani sono Soggetti a questa Regola: o sono Facili, Scorrevoli, con la Gioia dell’Incontro, la Felicità di Ritrovarsi, la Certezza di essere capiti e di capire l’altro oppure… sono Spinosi, Sospettosi, Faticosi, Deludenti. È proprio quando questo Accade che bisogna Fermarsi a Riflettere. Quando si passa da uno Stato all’Altro, quando un Rapporto umano che era Gratificante diventa Deludente, la prima cosa che l’Essere umano fa normalmente è quella di Pensare di essere stato Tradito. Non si mette mai nella Condizione di analizzare Prima se stesso e poi gli altri. Subito subentra l’Idea del Tradimento, della Fiducia tradita.
Non è così. Perché però questa Persona prima ci gratificava? Perché Noi eravamo, con questa Persona, sulla stessa Lunghezza d’Onda. Avevamo Interessi comuni, Obiettivi comuni, Scopi comuni. Quindi la Gratificazione era Naturale e c’era un Voler stare Assieme bene. Quando ciò si Interrompe, Non è perché l’Altro ha tradito, è semplicemente perché l’Altro ha continuato ad essere se stesso e Noi siamo Cambiati. Siamo Cambiati perché abbiamo Preso Posizioni Diverse, perché improvvisamente davanti ad un Evento la nostra Visione Non combina più con la Visione dell’Altro, quindi Non possiamo sentirci Traditi, perché in Certo Senso, siamo Noi che Tradiamo. Eppure Tradiamo per Non tradire noi stessi e questa è l’Unica cosa che Conta. Se Io ho una certa Visione degli Eventi, delle Situazioni e mi è molto Chiaro come devo Agire, Non posso Tradire me stesso per andare Incontro ad una Persona che ha una Visione Diversa. Posso rispettare, Devo rispettare questa Persona, ma Non posso Tradire me stesso per non “tradire” l’altro. Questo è il Modo Giusto per fare Chiarezza. Quando i Rapporti si incrinano, si rompono, la prima Cosa da fare è quella di Non Drammatizzare, ma di Riflettere. Riflettere con grande Serenità, con grande Verità e con grande Umiltà: ho fatto Qualcosa che Non dovevo fare? Mi sono comportato in Modo poco Sensibile? Queste sono le Domande che vanno fatte. Se la Risposta è Sì, Si prendono Provvedimenti, se la Risposta è No, si va Oltre, si rispetta il Modo di Fare, di Pensare di quelle Persone, ma non ci si ferma a Rimuginare sul Problema: così Non c’è Tradimento. Perché l’Unico Tradimento Importante che conta è quello Verso Noi stessi. Quelle Persone sono rimaste in una Frequenza, in una Condizione che,prima, era anche la Nostra. Non c’erano ancora Eventi che potessero farci Riflettere in un Altro Modo. Quando simili Eventi si Annunciano, si Palesano, Non è mai per Caso. È perché in quel Momento c’è Bisogno di Verità, di Chiarezza. Questo è uno di quei Momenti. Sembra che la Società sia Spaccata in Due. E lo è, Realmente lo è. La Differenza fra una Persona e l’Altra non è tanto in quello in cui si Pensa o in cui si Crede, ma è fra chi Esercita il Rispetto verso l’Altro e chi vuole Usare la Sopraffazione. State alla larga da chi vi vuole Sopraffare. Parente, Amico, Compagno, Congiunto, non è Importante il Grado di Parentela, di Amicizia, di Frequentazione che avete: State alla Larga. Quando non c’è Rispetto, allora non c’è Amore, non c’è Affetto, non c’è Comprensione. E quindi tutto il Vostro Dire, tutto il Vostro Fare viene Svilito. Non cercate di Recuperare delle Situazioni che si sono Rotte: Lasciatele rotte, Guardatele e basta. Non sono così Preziose da Meritare un Restauro. Lasciatele perdere. Perché se Non c’è Rispetto, Non si può costruire Nulla. Allo stesso Tempo, il Rispetto che dovete avere verso gli Altri dovete prima di tutto averlo Verso Voi stessi. Dovete rispettarvi, rispettarvi fino al Punto di fare Scelte che Razionalmente Non fareste. Per il Rispetto che dovete Portare a Voi tuttavia sono Inevitabili. Non Cadete nella Trappola di alimentare queste Situazioni pensandoci, cercando di Aggiustarle: Queste sono Trappole. Se incominciate a Mistificare voi stessi, a cercare di Compiacere gli Altri, di Tradire Voi stessi, siete all’Inizio di un Percorso che vi porta ad una Fine non Bella. Una Fine Faticosa, una Fine dove Voi non siete più Autenticamente Voi: siete un Ibrido fra Quello che Sentite e quello che Fate, fra Quello che è Profondamente Vostro e Quello che Date agli Altri, per l’Apparenza e per il Quieto Vivere. Chiudete questi Rapporti con Serenità. Siate Sempre pronti a Riprenderli quando troverete un Terreno Comune. Il Terreno Comune però lo potete trovare Solo nel Rispetto di Voi stessi. Se Voi cambiate Idea, se Voi cambiate Modo di vedere le Cose, siate pronti ad Ammettere questo Cambiamento e andate verso l’Altro. Se però andate verso l’Altro soltanto per Mantenere in Vita un Rapporto, allora siete Falsi, Tradite Voi stessi e sul Tradimento Non si costruisce Niente di Buono. Cercate di stare in Pace, in Pace con Voi. Non fatevi Problemi che Non esistono se non nella vostra Mente. Quando Chiudete delle Situazioni, il Senso di Pace che arriva a Voi è la Risposta che vi fa Capire che avete fatto la Cosa Giusta. Nei Giorni dopo, Ripensando a quello che avete fatto, cominciano i Dubbi, cominciano le Ansie, cominciano i Malesseri, ma sono Frutto della Mente, Non del vostro Istinto che vi ha detto: Chiudete. Mai come in questo Momento bisogna Privilegiare Noi stessi, il nostro Sentire, il nostro Volere, la nostra Visione delle cose. Non perché Questa sia Giusta e sia la Verità, ma perché è la Nostra. Noi dobbiamo vivere di quello che Sentiamo, non di Quello che ci viene Imposto dagli Altri. Sono Momenti Pesanti per certi Versi, ma sono veramente Momenti Produttivi perché Impariamo più da questi Momenti Quello che Siamo, quello che Sentiamo, quello che Vogliamo che da lunghi Periodi di Vita Vissuti senza chiederci Niente, vissuti senza Contrasti. Accettiamo questi Momenti Pesanti Convinti che ci servono. Cerchiamo di superarli in Fretta, mettendo la Mente a Riposo e lasciandoci andare alla nostra Interiorità, a Quello che sentiamo Dentro, a Quello che veramente ci fa star Bene.

I commenti sono chiusi .

© 2022 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »