Riflettiamo | Carla Parola Official website Riflettiamo – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

Riflettiamo

 

Come può la Politica cambiare Rotta?
Come può la Politica finalmente tornare ad Essere Pubblica, Vera, Autentica Espressione di Tutti gli Individui e non solo di una Piccola Minoranza?
Semplicemente attraverso la Partecipazione di Tutti.
Non c’è Partito, Movimento o Associazione che possano cambiare Qualcosa se non sono permeati fino in Fondo dallo Spirito Giusto.
Il Giusto Spirito è quello che aderisce al Nuovo Paradigma.
Sembrerebbe così di voler demonizzare il Vecchio Paradigma, ma non si tratta di demonizzarlo, bensì semplicemente di accettare la Realtà cercando di Capire Come e Dove un certo Tipo di Politica ha portato l’Umanità.
Le Diseguaglianze sono sempre più Marcate, e con Questo non ci riferiamo a chi ha un’Automobile rispetto a chi ne ha Due, ma alla Diseguaglianza fra chi ha molte Macchine e chi non può Mangiare.
Si tratta di Diseguaglianze Inaccettabili per l’Umanità, che dovrebbero mobilitare i Sentimenti di Ognuno verso l’Altro, dovrebbero spingere a fare un Esame di Coscienza sul Proprio Operato senza accanirsi sulla Politica.
Cominciamo da Noi.
Cominciamo a pensare al Nostro Comportamento.
Sgomberiamo il Campo da Modi di pensare Assurdi, che pretendono che Chi vuole vivere in aderenza al Cosmo, ai Codici Divini debba necessariamente essere una Persona Povera, che si priva di Tutto per l’Altro: non è così.
Se la Vita gli permette la Possibilità di Vivere Bene è giusto che viva Bene, però è altrettanto Giusto che, nel suo Vivere Bene, non trascuri e non dimentichi Quelli che stanno Meno Bene di Lui.
Il Singolo che cosa può fare?
Può occuparsi di chi è Prossimo, aiutare il Suo Prossimo: chi gli sta Accanto, quelli che la Vita gli mette vicino o che gli segnala; rimanendone toccato, li prende a Cuore.
Ciò che fa la Differenza, una Differenza Enorme, è la Necessità che lo Spirito di Condivisione e di Collaborazione con gli Altri permei Tutto partendo dal Basso, dal Microcosmo fino al Macrocosmo, intendendo con quest’Ultimo le Politiche che gli Stati adottano nei Confronti della Povertà.
Perché finora non c’è stata Questa Spinta?
Perché finora c’è sempre stato uno “Schiacciamento” dall’Alto, da Parte di Pochi Individui – da Voi definiti “Potenti” (ma che sono semplicemente Miseri) – i quali hanno usato la Massa per i Loro Scopi, le Loro Mire, i Loro Disegni.
La Massa si sta svegliando perché si rende Conto che lo Scopo Autentico della Vita non è quello imposto da Questo Tipo di Società, ma è quello di chiedersi Chi siamo, di aderire alla Vita, all’Evoluzione, e fare di Questo Percorso Terreno Qualcosa di gratificante sul Piano Energetico e non solamente su Quello Pratico.
Con Queste Certezze l’Essere Umano non è più disposto a farsi sfruttare, perché vorrà usufruire di Ciò che la Vita gli porge di Bello anche in Termini Materiali, senza però farne più la Base del Proprio vivere: non sarà più così Importante Avere, Apparire, ma sarà importante Essere.
La Politica deve cambiare perché la Base lo vuole, e qui subentra un Discorso Antipatico, molto antipatico: Chi ci governa, Chi ha portato l’Umanità a Questo Sfacelo non è Altro che il Riflesso di Noi Stessi.
Di Noi che abbiamo dato Importanza all’Apparire, che abbiamo privilegiato un Certo Modo di vivere e ci siamo dimenticati della Nostra Essenza.
La Politica cambierà quando Noi cambieremo, ma purtroppo – veramente purtroppo – l’Umanità cambia attraverso la Miseria, il Dolore, la Privazione, attraverso le Difficoltà.
Quando però l’Umanità diventa Consapevole, può cambiare attraverso la Gioia, il Benessere, attraverso la Condivisione con l’altro, e allora non serve più la Difficoltà per far riflettere, perché ormai la Riflessione è avvenuta, la Realtà è accettata: sono un Essere Divino e perciò non posso essere schiavizzato da Nessuno. Devo aderire a Norme di Comportamento civili, logiche, perché non sono Solo ma convivo con Altri, e Queste Norme, queste Leggi non possono soffocarmi, costringermi ad una Vita di Stenti, Sacrifici, Umiliazioni, dolore soltanto perché Altri Esseri possano, attraverso questo Mio vivere così doloroso e faticoso, arricchirsi e prosperare.
Questa è ormai una Realtà Innegabile.
Solo Chi si aggrappa ancora a Vecchi Schemi non riesce a vederla nella Sua Chiarezza.
È però talmente evidente, talmente limpida che bisogna veramente essere ciechi, ottusi, irrazionali per non ammetterla.
Viene ora posta una Domanda: ma Chi può fare Politica? Chi può essere autorizzato, sentirsi idoneo a fare Politica con Nuovi Parametri?
Solo e semplicemente Chi viene usato dalla Vita in Tal Senso.
Nel Nuovo Paradigma tutti gli Schemi cambiano, Proprio Tutti.
Questo si vedrà in Tutte le Forme: Grosse scoperte verranno fatte da Adolescenti e Rivolgimenti Clamorosi avverranno attraverso Persone che Voi giudicate Inidonee.
La Vita usa proprio Queste Persone per farvi riflettere, per farvi capire come sia necessario spazzare via Tutte le Certezze su cui Voi basate Questo Tipo di Società piena di Lacci, di Grate: una Società che vi stringe, vi costringe, vi umilia Costantemente.
Non siete più neppure Servi: siete diventati Schiavi.
Schiavi di un Modo di Essere, di Pensare, di Vivere che è quanto di più lontano da ciò che la Vita vuole per Voi.
Il Nuovo esiste, c’è, c’è sempre stato: l’Essere Umano lo deve solo ri-scoprire, Fare Proprio e, affinché Ciò accada in Modo rapido, quasi repentino, è Necessario per Tutti, proprio per Tutti, un Bagno di Umiltà.
Non sentirsi sicuri nelle Proprie Idee, non essere certi di Ciò che si fa, di Ciò che si sente, ma mettersi sempre e costantemente in Discussione raffrontando l’Agire e il Sentire con la Realtà.
Se la Realtà non è soddisfacente, se non mi dà Benessere, Gioia e neppure Tranquillità, Qualunque Modo di fare o di pensare è Sbagliato.
Posso usare Questo Modo di vivere sbagliato per capire Qualcosa, ma deve arrivare il Momento in cui io capisco e cambio, perché non posso perdurare in Questa Esperienza che non mi conduce alla Serenità, allo Star Bene.
In tal caso vuol dire che sto difendendo Modi di Vivere e Punti di Vista che sono totalmente assurdi.
È un Discorso molto semplice, che può essere definito Qualunquista, ma è l’Unico Parametro per distinguere ciò che è Giusto da Ciò che non lo è.
Lo ripeto ancora: anche il Modo sbagliato viene Permesso dalla Vita affinché, per Mezzo di Esso, si possa arrivare poi ad una Riflessione che conduce al Giusto Modo di pensare.
Se però io posticipo continuamente l’arrivare al Modo Giusto e non faccio un Bagno di Umiltà, mettendomi costantemente in Discussione, mentre invece Voglio, Pretendo che le Mie Certezze siano quelle dalle quali non mi discosto, non tenendo Conto della Realtà, negandola e quindi non capendo che Proprio Quelle Certezze mi fanno Star Male, quale sarà il Risultato?
Avrò fatto un Buco nell’Acqua, esaltando la Mia Personalità per non contraddirmi, per sentirmi nel Giusto, non permettendo così al Nuovo di manifestarsi Attraverso di Me.
Dobbiamo tutti fare una Riflessione sul Nuovo: Nessuno lo ha in Tasca.
Tutti lo stiamo cercando, sperimentando, e anche se Esiste Già, lo dobbiamo scoprire, fare Nostro.
Il Nuovo non può assolutamente Essere Contaminato dal Vecchio.
Il Vecchio in Tutti i Modi cercherà di “insinuarsi”: con la Logica, con Ragionamenti che sembrano Inoppugnabili ma sono contraddetti pesantemente e continuamente dalla Realtà.
Vi hanno portato ad un Punto in cui la Realtà non fa più Testo: si rinvia sempre la Soluzione del Problema e vi si fa credere che Tutto verrà risolto attraverso Metodi che vengono messi in Campo di Anno in Anno, mentre nel frattempo, di Anno in Anno, si peggiora.
Questa è la Realtà.
Sarebbe sufficiente accettarla per capire che non sono Questi i Metodi che vi possono portare a vivere una Vita Serena.
Vivere serenamente è un Diritto dell’Essere Umano.
È un Diritto ma anche un Dovere, perché l’Essere Umano Disarmonico crea Disarmonia nel Cosmo Tutto.
Abbiamo quindi al Tempo Stesso il Dovere e il Diritto di Stare Bene.
Riflettiamo su Questo perché i Tempi corrono molto veloci, rapidi e Ognuno di Noi è chiamato a fare Capo a Se Stesso prima che agli aAtri.
Lo ripeto: un Bagno di Umiltà, la Vibrazione che ci mette nella Giusta Condizione per capire.

I commenti sono chiusi .

© 2018 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »