VIVERE SENTENDOSI ENERGIA | Carla Parola Official website VIVERE SENTENDOSI ENERGIA – Carla Parola Official website
Ancora nessun commento

VIVERE SENTENDOSI ENERGIA

Vivere Sentendosi Energia è profondamente Diverso dal Vivere sentendosi soltanto un Essere umano Dotato di Corpo e di Mente. Ammettere, Ricercare, Valorizzare l’Energia che è in Noi, – quella Parte che viene definita Spirituale -, non è una Cosa semplice, perché Non ci è stata Insegnata, ma Non è neanche una Cosa Complicata, quando si capisce Questo Concetto fino in Fondo. Se Noi ricerchiamo il Senso della Vita, Non possiamo Cercarlo con la Mente, perché la Mente avrà dei Parametri che sono esclusivamente Terreni: quindi, ad esempio, Secondo questi Parametri, a Noi sembrerà Normale Lavorare sempre di più per Guadagnare sempre di più o Non Spendere per farci un Tesoretto oppure Cercare di Apparire e quindi dare di Noi un’Immagine che è Soltanto ed Esclusivamente Terrena e questi diventeranno gli Scopi della nostra Vita. Sono Tutti Scopi legati all’Apparire. Accade però che noi ci Poniamo anche Domande più Profonde: Cosa ci faccio su questa Terra? Perché sono Venuto su questa Terra? Sono Composto solo di Materia o anche di Energia, di Spirito?
Abbiamo già detto che anche la Materia è Energia, però ad una Frequenza Terrena. Tutto quello che Sentiamo Dentro, non Quello che Pensiamo, ma quello che Sentiamo Istintivamente, lo Collochiamo su di un altro Livello. Ed è il Livello che Noi definiamo Spirituale. Questo Livello Spirituale Non ha gli stessi Parametri dell’Apparire perché è il Livello dell’Essere. Io vivendo Non Disdegno quello che è Apparenza, quello che è Terreno, perché sono Sceso sulla Terra per avere un Corpo Terreno, per Gestire delle Cose Terrene ed è proprio la Gestione di questi Eventi che fa Progredire la mia Energia. Innalzando la mia Energia, Aiuto l’Evoluzione. Io sono Parte dell’Evoluzione.
Perché Oscilliamo così tanto e questo Concetto Non riesce ad essere Permanente nei Nostri Comportamenti? Perché la Comodità, il Condizionamento e Tutto quello che la Società ci ha sempre Raccontato, ci ha Imposto, è molto Presente dentro di Noi e soprattutto lo abbiamo Fatto Nostro. Ci sono Persone che l’hanno Fatto Proprio fino al Punto da non Chiedersi Altro e sono Appagate di questo. Vivono anche le Difficoltà come fini a se stesse, si Impegnano per Superarle, per Rendersi la Vita Comoda, Facile e Non si chiedono nient’Altro.
Quando invece Subentrano altre Domande sulla Vita si Instaura quasi un Malessere nel nostro Vivere e questo perché, pur avendo una Vita terrena Soddisfacente, Non Siamo Appagati, Non Siamo Sereni. Sentiamo che ci Manca Qualcosa. Allora è il Momento di fare Questo Salto e di Rivolgersi alla Nostra Parte Superiore, a quella Parte di Energia che Non vibra alla Frequenza Terra, ma vibra ad una Frequenza Superiore. Questa Frequenza ha delle Caratteristiche che sono Diverse dalla Frequenza terrena. Sono delle Caratteristiche che sono “manovrate” e al Servizio dell’Evoluzione. L’Evoluzione non Scatta se io ho una Macchina Piccola o una Macchina Grande. Non è che più la Macchina è Grande, più sono Evoluto, ma Scatta sulla Base dell’Intenzione con cui io ho Comprato una Macchina piccola o una Macchina grande. Questo per dire che Sentirsi Energia Non vuol dire Rifiutare le Cose Pratiche, ma vuol dire Gestirle nell’Ottica dell’Evoluzione. L’Ottica dell’Evoluzione è completamente Diversa dall’Ottica della Terra. Non c’è più l’Apparire e Tutto è completamente Diverso. Noi a volte Creiamo dei Macigni, ci poniamo dei Macigni davanti per delle Sciocchezze, per delle Cose completamente Assurde, Viviamo di Puntigli, di Prese di Posizione, di Ripicche. Tutto Questo Non viene dall’Energia, viene dalla nostra Personalità, dal nostro Apparire. Vivere sentendosi Energia Non vuol dire non avere la Voglia della Ripicca, ma vuol dire anche Allontanarla subito perché si Capisce che è Inutile, che è Fine a se stessa e che non Porta nessun Nutrimento all’Energia, anzi la Deprime. Quindi io mi Arrendo davanti ad una Situazione di Sopruso, non perché sono Debole, non perché ho Paura, ma perché Non ne Vale la Pena. Così Facendo io mi Colloco su una Scia Evolutiva che è la Scia dell’Essere, non quella dell’Apparire. Non mi Troverò più a dover Gestire dei Soprusi. perché ho Imparato a Gestirli, quindi Non li Attirerò più nella mia Vita. Noi Attiriamo tutto quello che ci Serve. Questa è un’Affermazione Impopolare perché Nessuno pensa di essersi Attirato volontariamente un Problema. Ma è così? Noi Attiriamo nella Nostra Vita anche i Contrasti, perché dobbiamo Imparare a Gestirli, ma dobbiamo Imparare a Gestirli Non con la Personalità, Non con la nostra Apparenza, ma col Fatto di essere Energia. È dalla Gestione di questi Contrasti che Noi ci facciamo un Regalo. Quando ci Sentiamo Energia, l’Unico Metro che abbiamo per Capire se il Nostro è un Comportamento Giusto o no è il nostro Stato d’Animo: la Pace che abbiamo Dentro, La Serenità davanti all’Evento, ci fanno Capire senza Alcun Dubbio che siamo nel Giusto.
Quando Noi Iniziamo a farci certe Domande, il Vivere come Energia, sentendosi Energia, diviene Preponderante. Oscillare fra uno Stato di Apparenza e uno Stato dell’Essere è all’Inizio quasi Naturale. Poi diventa Pesante. Se la nostra Volontà è quella di Oscillare Continuamente per Non fare uno Sforzo per Sentirsi Energia, quando Davanti ad un Evento il Sentirsi Energia Comporta delle Soluzioni che Non ci Aggradano terrenamente, non ci Aggradano in Termini di Apparenza, di Convenienza e di Tornaconto, allora torniamo Prepotentemente ad Essere Materia. Questo Non è l’Atteggiamento che Gratifica l’Energia: è un Andare su e giù, un Blandire l’Energia, per Insultarla l’Attimo dopo. Questo Crea Contrasto interno soprattutto fra le Cellule che Non sono più Armoniche. Ecco che le Nostre Difese vengono meno, perché sono Stressate da questo Nostro Comportamento.
Vivere sentendosi Energia è un Punto di Arrivo. Non è Complicato se Noi Non Difendiamo a tutti i Costi la nostra Parte Materiale. Chi è così Appagato dalla Parte Materiale, così Sereno, così Tranquillo che Non ha Bisogno di chiedersi altro, può Continuare tranquillamente su questa Strada e Non ha Bisogno neanche di Pensare di Essere Energia. Chi invece ha Contrasti si deve Impegnare per non Oscillare Continuamente. Deve proprio Proporsi di Fermarsi davanti alle Decisioni e Non Agire se non quando Sente quella Spinta Interiore che dà il Via all’Agire. Perché allora vuol dire che si Agisce nell’Ottica dell’Evoluzione, che si Agisce Mossi dalla Forza della nostra Energia e Non della nostra Mente.

I commenti sono chiusi .

© 2022 Carla Parola Official website. All Rights Reserved // Onami Media

Translate »